Lo scaldabagno a gas, invece che con una serpentina elettrica, riscalda l'acqua mediante una fiamma alimentata a gas metano o GPL, modulando l'intero flusso idrico a una temperatura prefissata. Inoltre, a differenza di quello elettrico che rimane acceso per diverse ore al giorno per mantenere l'acqua in temperatura per colpa della normale perdita di calore dell'acqua all'interno del serbatoio, lo scaldabagno a gas accende istantaneamente la fiamma ogni volta che viene richiesta acqua calda e la spegne appena la richiesta viene interrotta, ed è quindi molto più conveniente dal punto di vista economico. Uno scaldabagno a gas è costituito da un corpo metallico contenente un tubo che corre a spirale al di sopra di una platea di ugelli per fiamma ed una fiammella pilota.

Un ulteriore vantaggio è il fatto di provvedere acqua calda “infinita”, dato che si riscalda istantaneamente. Invece, con il modello elettrico, quando finisce l’acqua calda nel serbatoio, bisogna aspettare un certo periodo di tempo (che varia secondo le dimensioni dell’apparecchio, ma di solito è compreso tra la mezzora e l’ora).

Infine, in termini di impatto ambientale resta sempre più conveniente lo scaldabagno a gas.